Le Riserve Auree

La Banca d’Italia detiene le riserve ufficiali del paese, le quali costituiscono parte delle riserve dell’Eurosistema. La loro corretta gestione permette la stabilità economico-finanziaria di tutti i paesi membri dell’unione.
Le riserve sono detenute principalmente sotto forma di titoli in Yen giapponesi, Sterline britanniche, Dollari statunitensi e Riserve auree. Le riserve in oro vengono scelte per la loro qualità impermeabile da decisioni politiche o economiche, ragion per cui garantiscono sicurezza e stabilità finanziaria interna.
La consistenza della riserva è di 2.452 tonnellate. Al termine del 2013 il valore stimato era di 69 miliardi di euro.
Le riserve presenti presso la sede della Banca d’Italia sono 1.199.40 tonnellate, di queste 4.10 tonnellate sono in forma del così detto “oro monetato”, le restanti 1.195.30 tonnellate in forma di lingotti. oro-banca-inghilterra-4
Per ragioni di sicurezza l’oro è stato smistato tra la Banca d’Italia che ne detiene circa la metà, il resto è collocato presso la Federal Reserve a New York, a Berna presso la Banca Nazionale Svizzera e a Londra presso la Banca d’Inghilterra.

Ultime news

Analisi del mercato dell’oro

Settimana povera di avvenimenti rilevanti, con scadenze tecniche sul Comex ancora lontane. Graficamente si potrebbe [...]

Pirati RAEE

L’avvento di un nuovo mercato regolato in modo abbastanza embrionale, nasconde e porta con se [...]

No alla deflazione, si all’investimento in oro

L’Italia dall’agosto 2014 è ufficialmente in DEFLAZIONE (diminuzione del livello dei prezzi). Le crisi finanziarie [...]

Un nuovo capo per il Fixing dell’Oro

Dopo più di un secolo il Fixing dell’oro viene affidato ad Ice Benchmark Administration (IBA). [...]

Quotazioni real-time: