Pirati RAEE

L’avvento di un nuovo mercato regolato in modo abbastanza embrionale, nasconde e porta con se lacune e/o falle che permettono l’avvio di giri illegali dello stesso.

L’iniziale porosità e flessibilità del sistema di riciclo RAEE vuoi per la complessità intrinseca, vuoi per la difficile articolazione legislativa E.U. e nazionale ha indirettamente ed involontariamente dato vita ai cosiddetti “Pirati RAEE”, i quali sottraggono annualmente ben il 70% dei rifiuti.

1(discarica abusiva)-1

Altri fattori che stimolano negativamente questo fenomeno sono: l’errato smaltimento domestico e il recupero e commercio illegale dei rifiuti elettronici.

La WEEE (Direttiva EU sullo smaltimento RAEE) svolgerà un ruolo di fondamentale importanza affiancando venditori al dettaglio come grossisti e imprenditori, per assicurare che dal ritiro al trattamento vengano applicate correttamente procedure e misure richieste.

 

Ultime news

Pirati RAEE

L’avvento di un nuovo mercato regolato in modo abbastanza embrionale, nasconde e porta con se [...]

Ritornare ad investire nell’oro

Molti operatori di finanza internazionale dichiarano che l’oro, attualmente, è l’unico “asset” non sopravvalutato e [...]

No alla deflazione, si all’investimento in oro

L’Italia dall’agosto 2014 è ufficialmente in DEFLAZIONE (diminuzione del livello dei prezzi). Le crisi finanziarie [...]

Analisi del mercato dell’oro

Settimana povera di avvenimenti rilevanti, con scadenze tecniche sul Comex ancora lontane. Graficamente si potrebbe [...]

Quotazioni real-time: